Cos’è la resina CBD?

Una volta raccolta la pianta della canapa, ci sono tanti processi tra questo evento e il prodotto finale, che potrebbe distruggere le parti fondamentali della pianta. In più, le tecniche d’estrazione solitamente rovinano i tempeni e altri composti, lasciando il consumatore con un concentrato inodore completamente diverso dalla propria essenza originaria. I concentrati di CBD resina sono pero in grado di catturare tutti gli aromi della pianta viva tramite l’estrazione, paragonato ad altri metodi.

Cos’è la resina e come’è fatta?

La resina è un tipo di concentrato della canapa, prodotto usando una tecnica specifica – le piante appena raccolte vengono congelate a una temperatura critica durante tutto il processo d’estrazione, saltando cosi l’essiccazione e altre fasi classiche. Nel processo del essiccazione la pianta della canapa viene esposta ad un impatto devastante per i terpeni, un composto chiave per il gusto e l’aroma. Sono presenti in trichome, le quali sono praticamente presenti in ogni parte della superficie della pianta. Nel processo del essiccazione la pianta viene privata di tutta l’umidità e clorofilla. I composti della pianta vengono anche sottoposti al calore, diverse concentrazioni di ossigeno e luce, tutti elementi che possono danneggiare i terpeni. Congelando la pianta immediatamente dopo raccolta, la pianta mantiene i propri valori di terpeni, il gusto e la fragranza originali che vengono solitamente persi nel processo.

Che aspetto ha la resina dal vivo?

La resina ha tipicamente un colore scuro giallo, con una densità da qualche parte a meta tra un sugo e la cera, non troppo umido e non troppo secco. Come tutti i concentrati della canapa e estremamente appiccicosa, ed e consigliabile non maneggiarla a mani nude. Dipende ovviamente del produttore, alcune resine avranno una consistenza più densa, altre più cerosa.

Quale è l’origine della resina?

La resina è relativamente nuova nel mondo di concentrati di CBD. Le sue umili origini iniziano nel 2011, con un piccolo gruppo di coltivatori nel Colorado. Tra questi anche William Fegner (conosciuto anche come “Bill il gentile”) che sarebbe il pioniere di questo metodo di temperature estremamente basse per estrarre la resina, lasciandole cosi il gusto e fragranza originale.

Quale è la differenza tra la resina e altri concentrati?

La resina varia dagli altri concentrati come cristalli, cere e altri prodotti di CBD maggiormente per via del suo alto contenuto di terpeni. Un profilo complesso di questi ultimi può cambiare l’esperienza del consumatore – usando più elementi della canapa che lavorano insieme per creare un esperienza unica. Tra gli amanti della canapa le viene affermato un grande valore in quando a aroma, gusto e anche effetti.

Come conservare la resina?

Tenete la resina sempre chiusa in un contenitore sigillato in un posto fresco, preferibilmente in frigo, lontano dal sole. Questo aiuterà a mantenere i terpeni, mantenendo cosi più a lungo il sapore e il profumo cosi amato. Lasciarla al aperto, specialmente esposta al sole la seccherà in fretta, facendola diventare difficile da usare, con un gusto particolarmente spiacevole.